Formazione

L’OFFERTA FORMATIVABusiness people holding large jigsaw pieces

I principali obiettivi dell’offerta formativa possono essere così sintetizzati:

  • Introdurre l’imprenditore e i suoi collaboratori negli scenari e nelle dinamiche del mercato globalizzato;
  • Affrontare in chiave critica le tematiche di carattere organizzativo, economico, tecnico, fiscale, giuridico, ecc… connesse a processi di internazionalizzazione;
  • Fornire gli strumenti di supporto a decisioni strategiche ed organizzative;
  • Fornire gli strumenti tecnico-operativi indispensabili per avviare e gestire un progetto di internazionalizzazione in tutte le sue fasi ed azioni;

Lo sviluppo degli argomenti verrà predisposto sulla base dei fabbisogni rilevati nelle fasi iniziali del progetto e della identificazione di percorsi formativi distinti per ruolo del destinatario nell’ambito dello sviluppo dell’innovazione.

La metodologia formativa proposta punta a valorizzare e sviluppare il concetto di innovazione e di apprendimento condiviso (collaborative learning), attraverso un uso opportunamente combinato di metodologie interattive e sfruttando le opportunità offerte dalle tecnologie del web 2.0.

Tale concezione si coniuga con un modello formativo che fa riferimento ai quattro stadi di apprendimento (attivo, teorico, esperienziale e riflessivo) che definiscono i paradigmi di apprendimento e che si realizzano attraverso quattro diverse metodologie: esperienza concreta, osservazione riflessiva, sperimentazione attiva e concettualizzazione astratta.

Si avrà quindi un “Ambiente Integrato di Apprendimento”, ossia un insieme di Strumenti, Metodologie e Contenuti che permettono di promuovere delle “Comunità di Pratica”. Tale ambiente consentirà di instaurare un approccio collaborativo capace di coinvolgere in una visione “Social Network” gli utenti, portandoli alla scoperta di nuove e più appropriate strategie personali di apprendimento.

Grazie al collaborative learning, docenti e discenti operano insieme con gli stessi mezzi per il raggiungimento del medesimo risultato: la lezione così diventa il risultato di un lavoro comune e interattivo, che sfrutta al massimo le potenzialità del mezzo tecnologico come strumento “social” nel quale ognuno si sente partecipe e collabora alla realizzazione della lezione.

Ogni partecipante avrà a disposizione un’area dedicata, all’interno della quale potrà conservare file multimediali e la reportistica personale. Ad integrazione dell’ambiente, saranno rese disponibili agli utenti le FrequentlyAskedQuestion (FAQ) in un’area dedicata, per supportarli nell’utilizzo del sistema, e un’area Strumenti, che consentirà l’accesso a questionari, bibliografia, sondaggi, link di interesse, un’area Repository, contenente materiali e documentazione di supporto.

In tale ottica saranno privilegiate metodologie interattive in forma collettiva di tipo tradizionale ed esperienziale, individuate in base al criterio della funzionalità rispetto ai contenuti da trasmettere, agli obiettivi generali e specifici da raggiungere e alle caratteristiche dell’utenza. Si riserverà particolare spazio a simulazioni, roleplays, project work, attività laboratoriali, ecc…

Le attività formative vedranno quindi l’impiego, opportunamente combinato ed integrato, di modalità di erogazione:

  • diretta, con attività d’aula e l’impiego delle metodologie didattiche ad essa riconducibili;
  • formazione a distanza (WBT).

 

ASSISTENZA SPECIALISTICA

L’attività di assistenza specialistica, erogata attraverso l’affiancamento di consulenti alle imprese della rete, rappresenta un elemento chiave del percorso di formazione. Gli esperti, selezionati tra professionisti di comprovata esperienza, avranno il ruolo di “coach” delle aziende per la definizione di un strategia finalizzata ad affrontare i mercati esteri.

Ciascun azienda partecipante avrà l’opportunità di poter verificare le proprie competenze in tema di internazionalizzazione e l’efficacia dei procedimenti interni in tal senso, mediante un primo check-up, effettuato dagli esperti, sia on-line sia durante le attività di aula. In tali sedi, sarà inoltre possibile approfondire tematiche riconducibili, esemplificativamente, ai seguenti ambiti:

  • consulenza per lo sviluppo (modalità di predisposizione di un business plan per i mercati esteri, supporto nella conduzione delle trattative e nella creazione di partnership con altri operatori etc.)
  • avvio di nuovi canali di vendita (modalità di predisposizione di studi di fattibilità, piani di marketing, progettazione di sistemi logistici etc.).

 

PARTECIPA ALLA RILEVAZIONE DEI FABBISOGNI FORMATIVI

L’analisi dei fabbisogni formativi rappresenta un’attività strategica per la definizione puntuale dei contenuti della formazione, poiché si configura come un elemento fondamentale per avviare un processo di accrescimento e di trasferimento delle competenze in materia di internazionalizzazione.

La rilevazione avviene attraverso:

  • la realizzazione di una indagine empirica con le imprese facenti parte della rete al fine di individuare i fabbisogni professionali e formativi strategici per lo sviluppo in tema di internazionalizzazione, con particolare attenzione ai contenuti professionali che dovranno caratterizzare i percorsi di qualificazione e riqualificazione delle competenze richieste;
  • un approfondimento qualitativo e con caratteristica di validazione dei risultati mediante interviste a testimoni privilegiati, con particolare riferimento ai rappresentanti istituzionali, a quelli delle parti sociali e delle associazioni di categoria etc.

L’indagine sui fabbisogni affronta quindi un universo complesso, in cui il tema dello sviluppo delle competenze deve necessariamente articolarsi a seconda della tipologia di impresa e dei contesti di riferimento.

DIVENTA IMPRESA BENEFICIARIA E COMPILA IL QUESTIONARIO SUI FABBISOGNI FORMATIVI